Approvazione delle Linee Guida SNPA sulla Classificazione dei Rifiuti

Normativa
1629984756-rifiuti.jpg

L’articolo 184, comma 5, del D.Lgs. 152/2006, in seguito alle modifiche introdotte dal D.Lgs. 116/2020, stabilisce espressamente che la corretta attribuzione dei codici EER e delle caratteristiche di pericolo dei rifiuti è effettuata dal produttore sulla base delle Linee Guida sulla classificazione dei rifiuti redatte da SNPA  (Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente), approvate con decreto del MITE (Ministero della Transizione Ecologica).

Lo scorso 21 agosto sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato un Comunicato relativo al decreto direttoriale n. 47 del 9 agosto 2021 con cui il MITE ha approvato le Linee Guida sulla Classificazione dei Rifiuti, di cui alla delibera n. 105 del Consiglio SNPA del 18 maggio 2021.

Le Linee guida sulla classificazione dei rifiuti erano state in precedenza approvate con delibera del Consiglio SNPA n. 61/2019 e pubblicate come linee guida SNPA n. 24/2020, ma, successivamente, viste le modifiche intervenute nella normativa nazionale, si è reso necessario procedere ad un aggiornamento delle stesse.

L’approvazione delle linee guida è importante sotto diversi aspetti. Il documento, che fornisce criteri uniformi per l’applicazione della procedura di classificazione dei rifiuti, prima delle modifiche normative era da considerarsi una guida ‘ tecnica’ interpretativa ed orientativa, ma non vincolante dal punto di vista giuridico. Il richiamo nell’art. 184, comma 5, del D.Lgs. 152/2006, dopo modifica del D.Lgs. 116/2020, ha indirettamente attribuito alle linee guida SNPA lo status di norma di rango primario: dopo approvazione del MITE, nella versione aggiornata del 18 maggio 2021, sono ora da ritenersi giuridicamente vincolanti per la corretta attribuzione dei codici e delle caratteristiche di pericolo dei rifiuti.

Per maggiori informazioni contattare
mail@laserlab.it

Indietro