Easy Innovation | Tagliare gli sprechi in maniera smart

Blog
ventilconvettori.png

Commitment To Innovation è l’ormai conosciuto payoff dell’intera LabAnalysis Group. In esso è racchiusa la vision dell’azienda: un costante evolversi, migliorarsi, un crescere all’inseguimento del futuro.

Questo si rispecchia in ogni azione dell’azienda e dei suoi dipendenti, tanto che da una semplice pausa caffè può scoccare la scintilla per ridurre gli sprechi con intelligenza. È quello che è accaduto recentemente in Laser Lab, nella sua sede di San Giovanni Teatino (CH).

Tra una chiacchiera e l’altra, Alessandro De Amicis – Manutentore, spiega a Gianluca Gentile – Project Manager IT – la sua idea circa la possibilità di temporizzare l’accensione e lo spegnimento dei fan coil (ventilconvettori) aziendali. Individuato il problema, vengono lanciate le prime richieste di preventivo. Nel frattempo, però, si vaglia un’altra strada tanto moderna quanto tecnologica: quella degli switch wifi.

È la stessa tecnologia delle prese smart, comunemente in commercio ed attivabili con i classici assistenti vocali. «Naturalmente – spiega Gianluca – non è pensabile di attivare i fan coil aziendali con Alexa, quindi ho scelto un modello di switch integrabile via API che non necessita minimamente di accedere ad Internet e di utilizzare servizi cloud di terze parti». Il sistema, composto da più di 120 dispositivi IoT connessi al WiFi aziendale (isolato), funziona attraverso un software web realizzato in house. «Assegniamo una location al dispositivo e ne scheduliamo l’accensione e lo spegnimento automatico, permettendo se necessario un periodo di operatività manuale».

L’appetito vien mangiando e così si è subito pensato di integrare il neonato sistema con le timbrature del personale. Il risultato? Oggi il sistema di climatizzazione si accende quando il dipendente entra in azienda e si spegne quando esce. Tutto automatizzato, tutto home made.

«Oltre alla soddisfazione personale c’è sicuramente un beneficio economico per l’azienda che va dal risparmio sulla messa in opera (10 volte più basso) a quello sulle bollette. Senza dimenticare il beneficio che ne trae l’ambiente!» spiega Gianluca, in forza in Laser Lab da oltre 11 anni. «Questo progetto – prosegue – rappresenta come la conoscenza tecnologica possa sempre portare ad un salto di qualità ed è la dimostrazione che teamwork e passione possono fare la differenza: oltre a me ed Alessandro hanno partecipato al progetto Lorenzo Rizzacasaconfigurazione e monitoring dei dispositivi IoT – e Leonardo Buscemirealizzazione UI/UX di gestione. Tutto in pochissimo tempo e spesso al di là degli orari di lavoro

L’intraprendenza del team teatino rappresenta un lodevole esempio di smart think aziendale, subito avallato dal CEO Stefano Maggi. «Dopotutto – conclude Gianluca – non servono tecnologie pazzesche per innovare, ma solamente idee nuove.»

Indietro